FIERA KEY ENERGY

FIERA KEY ENERGY

FIERA KEY ENERGY 2560 1152 Spii

In questa edizione del Ecomondo-Key Energy, particolare rilevanza è stata data alla transizione elettrica in atto nel settore automotive. 

L’evento centrale, legato a questa transizione, è stato il convegno “E-Valley, la transizione elettrica nella Terra dei motori” promosso dal sito Vaielettrico.it e l’Associazione MOTUS-E, con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, ANFIA, Confindustria Emilia Centro e Unindustria Reggio Emilia.


L’evento, è stato un’occasione per una riflessione sul futuro della Motor Valley in questa fase di passaggio da una vocazione storicamente meccanica ad una elettronica.


Una sfida che l’intera filiera, guidata da nuovi e storici players, ha accettato, non senza rischi ed incognite.


Il passaggio dalla trazione termica a quella elettrica implica un forte cambiamento a tutti i livelli della filiera, richiede nuove competenze tecniche, ma riguarda anche l’intero sistema della mobilità, che dovrà dare risposte sempre più smart e green.


La mancanza di competenze sistemiche, in particolare nella “nuova componentistica”, spesso prodotta da players provenienti da settori distanti dall’ automotive (come il Gruppo Schaltbau, con i suoi contattori DC), è un importante gap da superare per garantire autonomia a tutta la filiera.

A tale scopo, l’unione delle più importanti realtà della Motor Valley sta lavorando alla creazione di un centro di competenza per attirare e sviluppare cervelli a servizio dell’intera filiera.


Rimane aperta l’annosa questione legata alle produzione di celle per batterie, oggi prodotte quasi esclusivamente in Asia, il che colloca l’elemento principale per lo sviluppo di questo salto tecnologico al di fuori del territorio nazionale, per un periodo ancora indefinito.


La scommessa è basata sulla capacità di adattamento del territorio e la sua filiera, sempre più pronta ad accettare la sfida di passare da un settore all’altro mantenendo lo stesso spirito innovativo che da sempre le è riconosciuto.
Non a caso, importanti investimenti stranieri, hanno scelto la Motor Valley per sviluppare le proprie supercar elettriche.


Il Gruppo Schaltbau, attraverso la propria filiale Italiana SPII, sta mettendo a disposizione la propria esperienza nella messa in sicurezza di veicoli, supportando l’intera filiera.

Alla prossima puntata,
Massimo Riccelli