News IT

Natale

Buon Natale 2021

Buon Natale 2021 1920 1080 Spii

Le feste di Natale costituiscono un’occasione perfetta per ringraziare amici, fornitori, clienti e colleghi del lavoro svolto durante l’anno e per prendersi una bella pausa professionale rigenerante.

Che siano per motivare, ringraziare o per mostrare un po’ di affetto verso quelle persone con cui condividiamo parte della nostra vita, i messaggi di auguri sono un gesto che a noi piace fare per chiudere l’anno in bellezza e con il giusto spirito.

SPII augura un felice e sereno Natale a tutti quanti Voi e alle Vostre famiglie. Buone Feste!

Alla prossima puntata,
Simona Gianoli

carola

BACKSTAGE ACADEMY 2021

BACKSTAGE ACADEMY 2021 822 354 Spii

Nel 2021 è nata l’Accademia 𝐒𝐏𝐈𝐈 𝐄𝐕𝐎 𝐄𝐗𝐂𝐄𝐋𝐋𝐄𝐍𝐂𝐄 𝐓𝐑𝐀𝐈𝐍𝐈𝐍𝐆 𝐂𝐄𝐍𝐓𝐄𝐑.

Un percorso di formazione interna, in cui le 𝐩𝐞𝐫𝐬𝐨𝐧𝐞 non sono solo destinatarie di interventi formativi, ma 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞 𝐚𝐭𝐭𝐢𝐯𝐚 di questo percorso.

Durante quest’anno i colleghi hanno testimoniato con entusiasmo la loro esperienza con mini interviste per presentare i corsi in arrivo e per rilasciare la loro opinione.

Noi abbiamo filmato tutto, ma proprio 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐨!
E adesso ve lo mostriamo…

Con il solito spirito ironico ed amichevole l’Academy di SPII S.p.A. vi augura 𝐛𝐮𝐨𝐧𝐞 𝐟𝐞𝐬𝐭𝐞 e vi aspetta il prossimo anno con tante altre novità!

Buona visione 😀

Alla prossima puntata,
Simona Gianoli

PMI DAY – INDUSTRIAMOCI 2021

PMI DAY – INDUSTRIAMOCI 2021 800 566 Spii

Anche quest’anno abbiamo partecipato al PMI Day, promosso dall’Unione degli Industriali di Varese e da Confidustria.

Un’iniziativa rivolta agli studenti di terza media per far scoprire loro il mondo delle piccole e medie imprese della provincia di Varese.

Noi quest’anno abbiamo voluto presentarci così…

Benvenuti al tour virtuale della SPII!


Ci vediamo l’anno prossimo!!!

Alla prossima puntata,
Simona Gianoli

academy

ACADEMY CONTEST

ACADEMY CONTEST 1311 745 Spii

A partire da quest’anno abbiamo intrapreso un nuovo percorso di formazione interno.

E’ nata SPII EVO EXCELLENCE TRAINING CENTER, la nostra Academy

Un luogo in cui le persone sono non solo destinatarie di interventi formativi, ma anche e soprattutto soggetti attivi dello sviluppo e condivisione, attraverso le nuove tecnologie digitali, di competenze e capacità, della diffusione della cultura aziendale e della continua innovazione dei processi al fine di contribuire al perseguimento della mission aziendale e garantendo la sostenibilità e responsabilità sociale nel territorio.

Visto il ruolo centrale delle persone, abbiamo chiesto a tutti i discenti idee e suggerimenti per rendere questo percorso sempre più inclusivo, al fine di costruire “mattone dopo mattone” la SPII del futuro.

Nell’ottica di rendere più coinvolgente questa esperienza, abbiamo deciso di applicare il “gioco” anche nella nostra Academy.

Abbiamo già parlato del concetto di Gamification in un precedente articolo e della sua effettiva efficacia nelle precedenti esperienze. 

Leggi l’articolo cliccando qui:
GAMIFICATION!!!

A settembre abbiamo lanciato l’Academy Contest, un evento dedicato a tutti i partecipanti dell’ Excellence Training Center di SPII con la voglia di mettersi in gioco… letteralmente!

Ringraziamo tutti coloro che hanno preso parte all’iniziativa ed annunciamo che la proposta che ha maggiormente soddisfatto i requisiti di valutazione (creatività, basso costo e semplicità di applicazione) è quella di….

Giuseppe Domenico Pillitteri

🎉

Congratulazioni!

La sua proposta si riassume nei seguenti spunti per approfondimenti e nuovi corsi dell’Academy:

  • Conoscenza dei materiali con i relativi trattamenti
  • Approfondire la conoscenza sui prodotti SPII
  • Accrescere la conoscenza dell’elettronica per il montaggio

Il suo progetto verrà applicato a partire dall’anno 2022 nel programma SPII EVO ETC.


Per rendere omaggio a tutti i partecipanti di questa prima edizione dell’Academy Contest, abbiamo deciso di regalare l’edizione speciale delle magliette SPII anche a Stefano Gadaleta, Fabio Carnelli, Ivan Carlino e Francesco Manzoni per la loro adesione al Contest! 👏 

Francesco Manzoni
Stefano Gadaleta, Fabio Carnelli, Ivan Carlino

Mi raccomando……..vi aspettiamo numerosissimi alla prossima edizione!!

Alla prossima puntata,
Simona Gianoli

carola

SPII EVO EXCELLENCE TRAINING CENTER – PACCHETTO OFFICE

SPII EVO EXCELLENCE TRAINING CENTER – PACCHETTO OFFICE 1554 725 Spii

Vi presentiamo il primo corso dell’Academy con cui si aprirà il 2022!

La nostra collega Carola Portigliotti ci racconta che argomento andremo ad affrontare.

Clicca sul video per saperne di più…

Alla prossima puntata,
Simona Gianoli

banco

LE API OPERAIE DEL SETTORE RAILWAY

LE API OPERAIE DEL SETTORE RAILWAY 1472 991 Spii

COSA SONO LE MACCHINE GIALLE?

I mezzi d’opera, anche conosciuti come “macchine gialle”, sono utilizzati per la manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria. Nonostante non ci sia un riferimento normativo che imponga tale cromia, tali macchine devono essere visibili e riconoscibili a distanza; da qui, il giallo.

Questo colore, tradizionalmente, è ritenuto migliore per questo scopo ed è, anche in altri ambiti, associato ad un segnale di avviso. Il rosso, al contrario, viene associato ad un segnale di pericolo (ad esempio, basti pensare che in passato esisteva una prescrizione tecnica italiana che imponeva per tutte le locomotive circolanti in Italia la presenza di una fascia rossa sul frontale del veicolo).

Paddington Station – Elisabeth Line – London. Fonte: Costain.com

Storicamente, per esempio, anche i treni della Elisabeth Line di Londra, dovevano essere provvisti di un pannello frontale giallo per aumentare la visibilità del veicolo quando, a partire dagli anni 50 del secolo scorso, sono nati i primi treni elettrici e diesel, molto più silenziosi dei predecessori a vapore. Questa norma è stata recentemente superata grazie allo sviluppo di nuove tecnologie nel campo dell’illuminazione e, dunque, dei fanali in testa e in coda al treno sempre più all’avanguardia. Attualmente sono pertanto gli operatori ferroviari diretti responsabili della messa in sicurezza dei veicoli e devono fare in modo che questi siano sufficientemente visibili.

Le macchine gialle sono dunque veicoli che, come i treni, viaggiano sui binari e vengono utilizzate in tante applicazioni diverse; solo a titolo esemplificativo: taglio erba, costruzione della catenaria, rincalzatura dei binari, costruzione di nuove linee o rinnovamento di linee già esistenti; Quest’ultima operazione consiste nella sostituzione delle rotaie usurate, attività che, fino al secolo scorso, veniva fatta a mano! (come si vede in numerosi film western).

Lavoratori addetti alla costruzione di una ferrovia. Fonte: Farwest.it

Nonostante siano poco conosciute, anche tra gli appassionati del settore, sono fondamentali e, come api operose, lavorano silenziosamente per garantire l’efficienza e la sicurezza delle linee ferroviarie.

Spesso queste macchine operano in concomitanza con altri veicoli di servizio, in modo quasi totalmente automatizzato, e sono sottoposte a criteri stringenti di rispetto ambientale (minimizzazione dei rumori, delle polveri e delle vibrazioni). Capita che si trovino ad operare in centro città, in presenza di edifici storici, oppure in galleria, con conseguenti difficoltà logistiche nella movimentazione di macchine e materiali.

Si tratta di veicoli molto complessi. Basti pensare che un treno rinnovatore, la cui funzione è quella di sostituire rotaie e traverse usurate con parti nuove, è composta da: 1 locomotore, 10 carri trasportatori, 1 treno rinnovatore, 1 pandolatrice, carri gruette. E se questo non bastasse, a seguito del treno rinnovatore vi sono le profilatrici, le rincalzatrici ed un saldatore.

Rincalzatrice Plasser&Theurer. Fonte: Ferrovie.it

La flotta dei mezzi d’opera è numerosissima: i veicoli autorizzati da RFI sono attualmente più di 9.000 ma sono previsti ulteriori potenziamenti e investimenti per nuove macchine quali rimorchi, carri/carrozze, posizionatrici, risanatrici, locomotori e treni diserbanti.

E per questa moltitudine di macchine gialle, ci sono altrettanti operatori del settore che ogni giorno devono interfacciarsi con questi treni.

LA NOSTRA MISSION

La nostra mission è infatti quella di creare le migliori condizioni di interazione tra persona e macchina, di qualsiasi tipo essa sia.

Progettiamo e produciamo banchi di manovra attorno al macchinista, per facilitare le operazioni di guida e richiedere il minimo sforzo da parte dell’operatore. Il design ed il layout della postazione di guida sono quindi pensati per “abbracciare” la persona, che tutti i giorni deve interagire con una macchina che unisce la complessità di un veicolo ferroviario a quella di una macchina operatrice.

Utilizziamo tecnologie all’avanguardia al fine di soddisfare elevati standard qualitativi e di affidabilità, nel rispetto delle normative di settore, al fine di creare qualcosa di innovativo e che migliori realmente le condizioni di lavoro dei macchinisti di tutto il mondo.

Scopri di più su: https://www.spii.eu/le-nostre-soluzioni/intellicockpit-solutions-ita/driver-desk-ita/

Alla prossima puntata,
Valentina Marrese

academy

SPII EVO EXCELLENCE TRAINING CENTER – ELETTRONICA & TROUBLESHOOTING

SPII EVO EXCELLENCE TRAINING CENTER – ELETTRONICA & TROUBLESHOOTING 827 465 Spii

La nostra Academy non si ferma proprio mai!

Ecco il prossimo corso in arrivo: Elettronica & Troubleshooting.

A dicembre il nostro collega Davide Rossi vestirà i panni di docente. Guardiamo assieme gli argomenti che andremo ad affrontare…

Alla prossima puntata,
Simona Gianoli

KEY-ENERGY

FIERA KEY ENERGY

FIERA KEY ENERGY 2560 1152 Spii

In questa edizione del Ecomondo-Key Energy, particolare rilevanza è stata data alla transizione elettrica in atto nel settore automotive. 

L’evento centrale, legato a questa transizione, è stato il convegno “E-Valley, la transizione elettrica nella Terra dei motori” promosso dal sito Vaielettrico.it e l’Associazione MOTUS-E, con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, ANFIA, Confindustria Emilia Centro e Unindustria Reggio Emilia.


L’evento, è stato un’occasione per una riflessione sul futuro della Motor Valley in questa fase di passaggio da una vocazione storicamente meccanica ad una elettronica.


Una sfida che l’intera filiera, guidata da nuovi e storici players, ha accettato, non senza rischi ed incognite.


Il passaggio dalla trazione termica a quella elettrica implica un forte cambiamento a tutti i livelli della filiera, richiede nuove competenze tecniche, ma riguarda anche l’intero sistema della mobilità, che dovrà dare risposte sempre più smart e green.


La mancanza di competenze sistemiche, in particolare nella “nuova componentistica”, spesso prodotta da players provenienti da settori distanti dall’ automotive (come il Gruppo Schaltbau, con i suoi contattori DC), è un importante gap da superare per garantire autonomia a tutta la filiera.

A tale scopo, l’unione delle più importanti realtà della Motor Valley sta lavorando alla creazione di un centro di competenza per attirare e sviluppare cervelli a servizio dell’intera filiera.


Rimane aperta l’annosa questione legata alle produzione di celle per batterie, oggi prodotte quasi esclusivamente in Asia, il che colloca l’elemento principale per lo sviluppo di questo salto tecnologico al di fuori del territorio nazionale, per un periodo ancora indefinito.


La scommessa è basata sulla capacità di adattamento del territorio e la sua filiera, sempre più pronta ad accettare la sfida di passare da un settore all’altro mantenendo lo stesso spirito innovativo che da sempre le è riconosciuto.
Non a caso, importanti investimenti stranieri, hanno scelto la Motor Valley per sviluppare le proprie supercar elettriche.


Il Gruppo Schaltbau, attraverso la propria filiale Italiana SPII, sta mettendo a disposizione la propria esperienza nella messa in sicurezza di veicoli, supportando l’intera filiera.

Alla prossima puntata,
Massimo Riccelli

expo ferroviaria

FIERA EXPO FERROVIARIA 2021

FIERA EXPO FERROVIARIA 2021 2560 1355 Spii

E’ passato un mese dalla fine della 10a Esposizione internazionale per le tecnologie, prodotti e sistemi ferroviari: la fiera EXPO FERROVIARIA.

Un’edizione particolare, inizialmente incerta a causa del difficile periodo dovuto all’emergenza sanitaria.

Noi, come sempre, non vedevamo l’ora di ritornare ad incontrare e guardare negli occhi le persone, in questo particolare momento in cui i rapporti umani si rinsaldano con forza e intensità ancora maggiori.

Abbiamo presenziato in fiera con i nostri prodotti storici ed alcune importanti novità.
Al nostro fianco Italdesign, per presentare un’ esperienza del tutto nuova.

Protagonisti principali di questa edizione sono stati il nostro banco di manovra CARAVAGGIO, il nostro nuovissimo INTELLIARM ed infine il sistema all’avanguardia V-DESK.

BANCO CARAVAGGIO

Il nostro banco di manovra è un prodotto ormai noto al pubblico del settore ferroviario ed è stato oggetto di molte visite in fiera.

Con grande orgoglio, possiamo dire che si è aggiudicato anche la foto copertina nell’articolo redatto da Ferrovie.info che potete osservare cliccando su questo link:

-> Con 10.000 presenze si è conclusa Expo Ferroviaria 2021

INTELLIARM

IntelliArm è una postazione di guida completamente innovativa.
Si tratta di un un bracciolo che permette di avere tutti i comandi “a portata di mano” e permette al macchinista di avere maggiore visibilità anteriore.

Quest’anno è stato insignito di uno dei più importanti premi del design mondiale: ha vinto il Red Dot Award 2021 nella categoria Outstanding Design per l’ergonomia ed il design.

Per maggiori info su IARM clicca qui:

-> Immagina come potrebbe essere il futuro
–> Il futuro a portata di mano
—> A Red Dot for Intelliarm: SPII has won the top award for outstanding design!

V-DESK

Nasce dalla partnership tra SPII e Italdesign. Un’unione che negli ultimi anni si è rafforzata parecchio, dando così vita a nuove idee e nuovi progetti.

La combinazione tra Realtà Virtuale e prodotti fisici crea l’essenza del V-Desk.

Il nuovo prodotto è stato creato pensando alle esigenze del macchinista in termini di Ergonomia, Design e Tecnologia ma anche alle esigenze dei costruttori di veicoli in termini di riduzione del time to market, personalizzazione e flessibilità.

V-DESK EXPERIENCE

Federica Santini, Presidente Trenord
Roberto Foiadelli, Chairman of the Board di SPIILuigi Corradi, CEO e Direttore Generale di TrenitaliaPaola Foiadelli, CEO di SPII

Cos’è il V-Desk Experience? Un perfetto connubio tra creatività, innovazione e tecnologia.

Agli inizi di Settembre 2021, presso la sede di Italdesign, un gruppo di macchinisti è stato protagonista della V-Desk Experience.

Un’esperienza che è stata presentata ufficialmente alla Fiera Expo Ferroviaria, dove ha riscosso molto successo.

Si tratta di un sistema digitale immersivo che, attraverso la realtà virtuale, consente di progettare e validare le cabine di guida del futuro coinvolgendo i macchinisti fin dalle prime fasi di progetto.

E’ stato per noi un grande onore accogliere al nostro stand, tra gli altri ospiti, Federica Santini, Presidente di Trenord, e Luigi Corradi, CEO e Direttore Generale presso Trenitalia.

Siamo felici ed orgogliosi di aver partecipato: abbiamo incontrato tante persone curiose di provare i nostri prodotti innovativi, ma soprattutto, abbiamo condiviso tanta voglia di ripartenza. 

Un ulteriore passo avanti verso il futuro delle cabine di guida! Ecco come ci ha descritto Ferrovie.info nel loro articolo redatto su di noi:
-> Ferrovie: SPII presenta ad Expo Ferroviaria il futuro delle cabine di guida

Ci vediamo alla prossima edizione!

Alla prossima puntata,
Simona Gianoli

webinar

Come creare prodotti da Premio? L’esperienza SPII con IntelliArm!

Come creare prodotti da Premio? L’esperienza SPII con IntelliArm! 1590 987 Spii


Partecipanti: Lorenzo Olivetto, Francesco Colombo, Angelo Corti Pedruzzi, Debora Ferroni

“Viviamo in tempi dove la trasformazione è protagonista”, ha esordito Angelo Corti Pedruzzi, CEO di Softech, durante il Webinar “Come creare prodotti da premio? L’ esperienza SPII con IntelliArm”. 

La trasformazione digitale ha dunque sempre maggiore impatto sulle realtà aziendali.

Queste ultime sono un insieme di processi, prodotti e persone.
Proprio le persone sono al centro di questa connessione, che richiede una sempre crescente interazione tra uomo e macchina.

Come sottolineato da Francesco Colombo, Technical Manager di SPII, “IntelliArm è la risposta che la nostra azienda ha dato alla crescente domanda di stile ed ergonomia”. 

IntelliArm è un banco di manovra innovativo, pensato per migliorare le condizioni di guida degli operatori negli ambienti più gravosi.

Lorenzo Olivetto, Product Design Engineer di SPII, ha pensato ad ogni dettaglio nella prima fase di progettazione di IntelliArm:
pulsanti e interfacce sono facilmente raggiungibili e la visibilità è ottimizzata grazie alla compattezza del prodotto che è stato insignito del premio Reddot Design Award 2021.  

SPII è grata ed orgogliosa per questo riconoscimento a livello internazionale. 

Ma quali sono gli strumenti utilizzati per la progettazione di IntelliArm?

Debora Ferroni, Smart manufacturing specialist and software developer, ha collaborato con SPII nella progettazione di questo prodotto da premio e ha illustrato, durante il seminario, i principali strumenti PTC utilizzati, tra cui CREO Illustrate, CREO Parametric, Windchill, Vuforia.

Siete curiosi di rivedere il webinar? Cliccate qui: https://register.gotowebinar.com/recording/3664374705748206338?fbclid=IwAR3tB98_q6CtwpYLfp1kMqh8EquNpjrEKZKDS6N-2DdlEI87ndoUhYbSRzI

Alla prossima puntata,
Simona Gianoli & Valentina Marrese